Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Non sapete come spendere i vostri soldi? Comprate una delle copie riemerse di ET

Non sapete come spendere i vostri soldi? Comprate una delle copie riemerse di ET

Videogames
A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 30/05/2014
Ricordate la vicenda delle cartucce di E.T. The Extra-Terrestrial, recentemente disseppellite in New Mexico? Ebbene, è di oggi la notizia che la Almogordo City Commision ha deciso di mettere in vendita ben 700 dei pezzi riemersi, mentre altre 100 saranno donate ai produttori del documentario, che hanno spinto affinché l'evento prendesse piede e venissero avviati gli scavi.
Le ultime cartucce rimaste, infine, saranno esposte in diversi musei.



"Abbiamo lavorato con il museo spaziale per prendercene cura, sia per esporre che per vendere i giochi. Ora sono degli artefatti" ha dichiarato Susie Galea, sindaco di Almogordo. "Martedì, la City Commission ha donato 100 cartucce a Lightbox and Fuel Entertainment, mentre ce ne sono altre 700 che possiamo vendere."

Sembra che ora quindi le cartucce saranno valutate da alcuni esperti, che ne stimeranno il valore: successivamente, saranno affidate al museo affinché le venda, e saranno accompagnate ciascuna da un certificato di autenticità. Ci sono posibilità, ancora non confermate, che alcuni pezzi vengano anche venduti online, così da consentire l'acquisto anche ai collezionisti d'oltreoceano.
Il sindaco ha precisato che, oltre a quelle recuperate, ci sono 700.000 cartucce ancora sepolte, e che l'intenzione di Almogordo è quella di rendere il sito degli scavi un'attrazione turistica.