Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Chesnais: Non ho comprato Atari per vendere magliette

Chesnais: Non ho comprato Atari per vendere magliette

Atari (software house)
A cura di Pietro Guido “Raxias” Gualano del 19/05/2014
Frederic Chesnais , amministratore delegato di Atari, ha recentemente rilasciato un'intervista in cui ha parlato del futuro della compagnia e dei piani per rilanciare questo storico marchio:

"Questo marchio, dopo svariati anni di cattiva gestione, ha perso la propria identità: noi vogliamo restituirgliela. Al momento stiamo cercando dei nuovi partners con cui poter iniziare a lavorare su nuovi progetti grazie ai quali, secondo i nostri piani, riusciremo a rilanciare la compagnia. Vi posso assicurare che non ho comprato Atari per andare in giro a vendere magliette... ho progetti estremamente più ambiziosi. Abbiamo intenzione di agire sia sul mercato software che su quello hardware: con questo non voglio dire che lanceremo una nuova console, ma volgiamo imporci per quanto riguarda i dispositivi pensati per il gaming.
Credo che Atari sia più di un marchio, di una compagnia... è uno stile di vita, i giocatori sanno cosa intendo."




Riuscirà Frederic Chesnais a portare Atari, nei prossimi anni, al posto che merita?