Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Titanfall, ecco come poteva essere

Titanfall, ecco come poteva essere

Titanfall

PC, X360, XONE

Sparatutto

EA

13 marzo 2014 (PC, Xbox One) - 11 aprile 2014 (Xbox 360)

A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 13/04/2014
Anche Respawn Entertainment sta prendendo parte al PAX East, e proprio nella giornata di oggi ha tenuto un'interessantissima conferenza, nel corso della quale ha rivelato delle curiosità relative allo sviluppo di Titanfall.
Innanzitutto, agli albori del progetto, il team si è ritrovato faccia a faccia senza nessuna attrezzatura, nessun computer: si sono solo seduti uno di fronte all'altro per cominciare a mettere insieme le idee. Così, hanno partorito i prototipi di quattro diversi giochi: uno di essi era uno stealth game single player, mentre un'altra ipotesi era quella di un gioco quest-driven, anch'esso rigorosamente single player.
Alla fine, sappiamo qual è stata l'idea che l'ha spuntata sulle altre, tramutandosi in Titanfall.

La conferenza è stata condotta dal quasi onnipresente Geoff Keighley, che ha annunciato che "Final hours of Titanfall" (in arrivo la prossima settimana su iOS, PC, Mac, Kindle, Android e Surface) includerà del materiale proveniente proprio da una campagna single player che era stata creata per Titanfall.