Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
I game developer italiani volano a Berlino nell’ambito del programma AESVI4Developers

I game developer italiani volano a Berlino nell’ambito del programma AESVI4Developers

AESVI
A cura di Samuele “SamWolf” Zaboi del 09/04/2014
Una delegazione di game developer italiani sarà oggi a Berlino insieme ad AESVI4Developers per partecipare a Quo Vadis, evento dedicato agli operatori del settore del game devolpment in corso fino al 10 aprile al Cafè Moskau nel cuore della capitale tedesca.
Quo Vadis è un evento B2B, presente sulla scena europea sin dal 2003, che nella sua passata edizione ha registrato oltre 2000 presenze tra developer, publisher, investitori e media di settore. Nel corso della tre giorni berlinese di quest’anno si alternano seminari e conferenze dal taglio professionale con un focus prevalente sui temi del mobile games, free 2 play, crowdfunding, next-gen e team management.
L’evento si inserisce all’interno dell’International Games Week Berlin, un contenitore di iniziative aperte agli operatori del settore e ai consumatori che animeranno la città durante tutta la settimana in corso.

In questo contesto, alle 14.00 di oggi avrà luogo la conferenza dal titolo “The Italian Gaming Industry at a Glance” nel corso della quale si farà una fotografia dello stato dell’arte dello sviluppo di videogiochi in Italia attraverso la voce di quattro studi: 48H Studios, Foofa Studios, Forge Reply e Tiny Bull Studios. Queste aziende – provenienti rispettivamente da Ancona, Genova, Milano e Torino – e le loro diverse storie di successo sono un esempio di quanto sia eterogenea e in continua evoluzione la scena del game development nel nostro Paese.

L’iniziativa è stata resa possibile grazie ad una collaborazione tra AESVI4Developers e Star2Com, agenzia di pubbliche relazioni specializzata in digital entertainment.