Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Fondatore di Epic preoccupato della natura chiusa di Microsoft e Windows

Fondatore di Epic preoccupato della natura chiusa di Microsoft e Windows

Epic Games (software house)
A cura di Domenico “Naares” Scarpello del 01/04/2014
Il fondatore di Epic Games Tim Sweeney ha da poco rilasciato un'intervista al network Polygon, dichiarandosi molto preoccupato per il futuro di Microsoft.
In particolare, la politica chiusa adottata nei confronti di Windows 8 potrebbe portare un notevole danno all'azienda, secondo il suo parere. Di contro ha elogiato il lavoro svolta da Valve con le loro Steam Machine, concettualmente molto valide, e da lui definite le piattaforme da gioco più aperte che abbia mai visto.
Ad ogni modo, Sweeney non è troppo pessimista, e crede che i recenti cambiamenti al vertice in casa Microsoft possano scuotere le acque e cambiare il tipo di approccio dell'azienda al mercato. Il designer ha parlato allora delle DirectX 12, che a suo avviso potranno offrire un modo di interazione diverso con l'hardware, per certi versi molto più aperto e diretto che in passato.