Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
I videogiochi violenti rendono insensibili, secondo una nuova ricerca canadese

I videogiochi violenti rendono insensibili, secondo una nuova ricerca canadese

Videogames
A cura di Francesco “Mastelli Speed” Ursino del 07/02/2014
Secondo una ricerca della Brock University, in Canada, la sovraesposizione ai videogiochi violenti potrebbe indebolire nei più giovani il senso di cosa sia giusto o sbagliato, e diminuire l'abilità di sviluppare empatia per gli altri. Si tratterebbe di due tratti, secondo la ricerca, riscontrabili spesso nei soggetti sociopatici.

I ricercatori specificano inoltre che questi fenomeni potrebbero svilupparsi soprattutto negli adolescenti che giocano a titoli violenti per più di tre ore al giorno: "Spendere troppo tempo in una realtà virtuale violenta potrebbe far sì che i giocatori non riescano a essere coinvolti nelle esperienze sociali positive della vita reale, e non riescano a sviluppare il senso di cosa sia giusto e cosa sia sbagliato", afferma lo studio.