Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Kojima parla dell'uso della telecamera in Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

Kojima parla dell'uso della telecamera in Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

PS3, PS4, X360, XONE

Azione

1 settembre 2015 - 13 ottobre 2016 Definitive Experience

A cura di Davide “Alexander” Dorino del 05/01/2014
Hideo Kojima era stato criticato da una parte dell'utenza per le innumerevoli cutscenes presenti in Metal Gear Solid 4, ma nel prossimo Metal Gear Solid V: The Phantom Pain il funzionamento della telecamera e dei filmati narrativi sarà differente, lo ha spiegato il game designer giapponese in un recente intervento su Twitter.

Queste le sue parole: "Considerato che MGS V è un simulatore realistico stealth, il grado di libertà è importante. Quindi nella maggior parte delle situazioni cutscenes e gameplay saranno connessi in una singola visuale. Sarà un'unica inquadratura dall'inizio alla fine, a meno che il giocatore non dia input diversi".

"Il filmato di apertura di Ground Zeroes mostra in maniera esemplare questo intento. L'opening e le scene di gioco utilizzano la stessa telecamera per ricreare un effetto realistico, mentre l'intera cinematica è organizzata in modo da far capire allo spettatore la posizione del prigioniero Chico", ha concluso Kojima. A questo proposito, riportiamo in allegato l'opening di Ground Zeroes.