Glasgow University: i videogiochi non condizionano negativamente i bambini

Secondo una recente e imponente ricerca condotta dall'Università britannica di Glasgow sembrerebbe evidente che nemmeno i più piccoli soffrano di ipotetiche influenze negative da parte dei videogames. Lo studio è stato condotto su un campione di circa 13.000 famiglie nel corso di più anni, con bambini che in tanti casi avevano meno di cinque anni. Non si dimostra dalle analisi alcuna correlazione tra il gioco e il manifestarsi in età più avanzata di comportamenti violenti o antisociali. Per quanto riguarda la TV si è notata invece una variazione comportamentale qualora se ne usufruisse per più di tre ore al giorno, con conseguenti problematiche che hanno cominciato a manifestarsi tra i cinque e i sette anni. Nemmeno in questo caso si è comunque trattato di comportamenti permanenti.
Tags: | Videogames
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 0
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.