Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Il lead writer di Black Flag parla del franchise: difficile l'ambientazione moderna

Il lead writer di Black Flag parla del franchise: difficile l'ambientazione moderna

Ubisoft

PC, PS3, PS4, WIIU, X360, XONE

Ubisoft

Fondata nel 1986

A cura di Davide “Alexander” Dorino del 07/11/2013
Il lead writer dell'ultimo Assassin's Creed IV: Black Flag, Darby McDevitt, ha rilasciato alcune dichiarazioni e considerazioni sul futuro del franchise Ubisoft. Secondo lo scrittore, è difficile si arrivi nel giro di breve tempo ad un capitolo ambientato ai tempi moderni o ai giorni nostri: "Dubito faremo un Assassin's Creed moderno. Ci sono troppe meccaniche che andrebbero ricreate per renderlo credibile, come veicoli, città moderne e una vasta gamma di armi da fuoco, per esempio. I tempi moderni rimarranno un contesto per i prossimi giochi della serie, un collante che li colleghi tutti tra di loro".

Mentre per quanto riguarda il filone narrativo e la saga in generale, McDevitt ha detto: "Credo che la serie possa durare ancora molto a lungo, assicurandoci di fare due cose: 1. ogni gioco dovrebbe apportare delle innovazioni alle meccaniche di gameplay in base all'ambientazione in cui è collocato; 2. rimodellare l'attuale ambientazione moderna rendendola più di contesto, di sfondo, per il franchise, e non direttamente collegata al plot narrativo, così che i giocatori non siano costantemente frustrati nella mancanza di una conclusione della storia ad essa relativa".