Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
XSEED spiega quanto sia difficile il processo di traduzione

XSEED spiega quanto sia difficile il processo di traduzione

Rune Factory 4

3DS

Gioco di ruolo

19 luglio 2012 JAP - 1 Ottobre 2013 (US) - 11 dicembre 2014 Europa

A cura di Andrea “Phoenix” Bagalini del 07/10/2013
XSEED attualmente si trova a lavoro sulla localizzazione di Rune Factory 4. In una recente dichiarazione, la compagnia ha spiegato alcuni dei motivi che rendono, questo processo di traduzione, un'opera estremamente difficile, soprattutto se ci si trova in presenza di JRPG.
XSEED ha spiegato che i dialoghi da tradurre arrivano in un ordine casuale, ma, soprattutto, decontestualizzati, impedendo, così, al traduttore di comprendere la situazione e le circostanze in cui vengono pronunciati. In sostanza, la traduzione avviene in maniera schematica e sistematica, in un'astrazione completa dal contesto e, necessariamente, dal gioco in sè.
Il primo tentativo di traduzione, quindi, è quasi sempre errato; in un secondo momento, dopo aver visto la scena tradotta "in-game", è necessario tornare alla stringa iniziale e reinterpretarla per poterla, così, tradurre in modo appropriato.

Tutto ciò contribuisce a rendere il processo di traduzione particolarmente "macchinoso", ma soprattutto allunga, inevitabilmente, i tempi materiali della buona riuscita. Vale la pena domandarsi se non esista un modo per permettere al traduttore una fruizione "diretta" delle scene.
Voi cosa ne pensate?