Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Il senior producer di Batman: Arkham Origins parla degli aspetti narrativi del gioco

Il senior producer di Batman: Arkham Origins parla degli aspetti narrativi del gioco

Batman: Arkham Origins

PC, PS3, WIIU, X360

Azione

Warner

25 Ottobre 2013 (PS3, X360) - 8 novembre 2013 (PC, Wii U) - Disponibile (iOS)

A cura di Davide “Alexander” Dorino del 05/10/2013
Il senior producer del prossimo Batman: Arkham Origins, Ben Mattes, intervistato dai microfoni di VG247, ha chiarito alcuni aspetti legati alla narrazione e al rapporto tra i personaggi dell'ultimo gioco del franchise, in arrivo il 25 ottobre per PC, PS3, Xbox 360 e Wii U.

Come suggerito dal titolo, il gioco è un prequel di Arkham Asylum e Arkham City. L'intento degli sceneggiatori è quello di presentare e approfondire un Bruce Wayne/Batman agli inizi della sua carriera da vigilante notturno, con alcune relazioni chiave con i personaggi ancora in divenire e agli inizi, come quella con il fedele Alfred, il commissario Gordon e la polizia di Gotham.

Mattes spiega anche la ragioni del titolo Origins, che non sta tanto a significare le origini del Cavaliere Oscuro, quanto piuttosto le origini delle relazioni chiave che si creano nell'universo di Batman, e nella narrativa del gioco è fondamentale mostrare l'evoluzione di questi rapporti che hanno spinto o forzato Bruce Wayne nella sua crescita personale.

"Non volevamo avere un Batman alle primissime armi con pochi gadgets, limitato e debole, in quanto non sarebbe stato divertente ed eccitante da controllare, ma una versione già in possesso di un equipaggiamento adeguato e di notevoli abilità nel combattimento, che necessitano ancora di crescita e che nel gioco vengono messe a dura prova dal nuovo ordine criminale formatosi a Gotham dopo la taglia messa sulla testa di Batman da Black Mask", ha precisato il senior producer del gioco.