Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Kingdoms of Amalur, fallita la software house, beni all'asta

Kingdoms of Amalur, fallita la software house, beni all'asta

Kingdoms of Amalur: Reckoning

PC, PS3, X360

Gioco di ruolo

Electronic Arts

10 febbraio 2012

A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 30/09/2013
Infelice destino per 38 Studios, software house autrice del solo - e riuscito - Kingdoms of Amalur: Reckoning. Il gruppo ha infatti passato parecchi guai finanziari negli ultimi tempi, arrivando a licenziare il suo intero staff e, poco dopo, a dichiarare bancarotta.
Per questo motivo, tutti i suoi beni - compresa la proprietà intellettuale di Kingdoms of Amalur: Reckoning - saranno messi all'asta e venduti al miglior offerente.

I diritti legati al marchio del gioco prevedono anche quelli sul possibile sequel e sul merchandising, e sono in vendita anche quelli relativi all'MMORPG Project Copernicus, per ora rimasto nel cassetto. In vendita anche i diritti sull'intera libreria della sussidiaria Big Huge Games, tra i quali Rise of Nations.

L'asta sarà aperta il 14 novembre.