Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Broken Age sarà diviso in due parti rilasciate separatamente

Broken Age sarà diviso in due parti rilasciate separatamente

Broken Age

APPLE, PC

Avventura grafica

Italiano - Inglese

Gennaio 2014 (PC) - 29 aprile 2015 (PS4, Vita)

A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 03/07/2013
I ragazzi di Double Fine hanno annunciato nella pagina Kickstarter del loro atteso Broken Age che il videogame sarà suddiviso in due parti, così da poter permettere agli utenti di cominciare a giocare con la prima parte mentre il team termina i lavori sulla seconda.

È stato Tim Schafer, CEO della software house - oltre che designer e autore del gioco - ad aggiornare la pagina di Broken Age, anticipando anche che il gioco non sarà completato nella sua interezza prima del 2015, stando a come sta procedendo lo sviluppo ora come ora. Rilasciandolo in due tronconi, invece, sarebbe possibile far avere agli utenti la prima metà entro giugno 2014.
Mentre coloro che hanno donato su Kickstarter manteranno comunque l'accesso anticipato alla beta, sarà invece necessario passare tramite Steam Early Access per cominciare a pre-pagare il gioco ed ottenere la prima parte. Una volta che anche la seconda sarà pronta, Broken Age si aggiornerà gratuitamente, aggiungendo le porzioni di gioco mancanti.

Infine, Schafer ha voluto rassicurare tutti sul fatto che il team sta lavorando sodo, e che questa scelta non è legata ad una lentezza nei lavori: "voglio precisare che il cambio di programma per Broken Age non ha niente a che vedere con le possibilità che il team stia lavorando lentamente. Stanno spaccando tutto e il gioco ha un aspetto, un gameplay e un sonoro fantastici. Ci stiamo mettendo un po' solo perché ho progettato un bel po' di gioco, come faccio praticamente sempre."

Aggiornamento: successivamente alla pubblicazione della nostra notizia, Schafer ha spiegato che il progetto sta in realtà avendo problemi relativi ai finanziamenti, nonostante abbia incassato oltre $3,3 milioni su Kickstarter. Secondo l'autore, però, un progetto così grande "richiederebbe anche più soldi di così", e sarebbe per questo motivo che avrebbe deciso di spezzare il gioco in due parti.