Adrian Chmielarz: i DLC sono causati dal mercato dell'usato

Adrian Chmielarz è un programmatore che ha lavorato a Bulletstorm, gioco sviluppato da People Can Fly, uscito nel 2011 per PC, Xbox 360 e PS3.
La sua tesi, a favore delle limitazioni dell'usato, un po' come previsto (fino a pochi giorni fa) da Microsoft, vede da un lato come sbagliato il modello attuale, farcito di DLC, micro-transazioni e con giochi a 60$. Dall'altro lato, tutte le suddette caratteristiche sarebbero causate in buona parte dall'usato:
"Se tieni al mercato videoludico devi volere la fine del mercato usato: [...] sono i soldi persi dagli sviluppatori che mantengono i prezzi alti.
[...] Credete che i game designer siano contenti di lavorare su un DLC e non su qualcosa di nuovo? No, non lo sono affatto.
"

L'opinione è certo comune da molti nel mondo dell'intrattenimento: la pirateria è vista come il vero nemico, ma a differenza dell'usato, è difficilmente contrastabile.
Su fronte dei prezzi invece il dibattito è prettamente microeconomico: difficile avere dei prezzi concorrenziali in un mercato nella quale i prodotti non sono omogenei tra loro (un videogioco non è percepito come uguale ad uno concorrente, a differenza del grano, ad esempio).
Voi che pensate, senza l'usato i prezzi scenderebbero davvero?

Data di uscita: 25 Febbraio 2011
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 0
caricamento in corso...

 
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.