Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Brian Provinciano commenta la scarsa apertura di Microsoft verso l'indie-gaming

Brian Provinciano commenta la scarsa apertura di Microsoft verso l'indie-gaming

Retro City Rampage

PC, PS3, PSVITA, X360

Action-Adventure

9 Ottobre 2012 PC - 2 Gennaio 2013 XBLA - 16 Gennaio 2013 PSN - 28 Febbraio 2013 Wii

A cura di Luca “HeavySam” Sammartino del 20/06/2013
Il creatore di Retro City Rampage ha parlato della poca apertura di Microsoft verso il settore indie, difatti la compagnia è stata recentemente criticata per aver richiesto agli sviluppatori indie di firmare un contratto di esclusività nel caso volessero portare i propri titoli su Xbox Live.

Parlando con Penny Arcade Report Provinciano ha dichiarato che se Microsoft non si aprirà un minimo, molti sviluppatori indie la abbandoneranno.

" Come ogni altro produttore, una volta ricevuta la mano, Microsoft Studios si prende tutto il braccio. Oltre alla fetta di guadagni come editore di giochi, la compagnia richiede ai programmatori anche esclusive temporali per le proprie piattaforme, per cui è impossibile rilasciare un titolo per più console al momento di lancio. Pensano che se ti fanno rilasciare un gioco, devono essere gli unici a poterlo fare. In poche parole bisogna dare una parte degli introiti a un produttore solo per portare i propri titoli su Xbox e per la libertà di farli uscire su altre piattaforme, dove tra l'altro ci si può auto-produrre senza problemi."