Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Ex dipendenti Valve lavorano ad un progetto di realtà aumentata

Ex dipendenti Valve lavorano ad un progetto di realtà aumentata

Valve
A cura di Davide “Alexander” Dorino del 20/05/2013
In seguito al licenziamento da parte di Valve, gli ex impiegati della casa di Seattle, Jeri Ellsworth e Rick Johnson, hanno continuato a lavorare su uno dei progetti defunti della compagnia di Gabe Newell: si tratta degli occhiali a realtà aumentata CastAR.

CastAR opera attraverso quattro componenti principali: un paio di mini proiettori, uno schermo retro-riflettente, occhiali attivi che filtrano le immagini per entrambi gli occhi e una fotocamera integrata che utilizza LED a infrarossi. Questo consente al software di regolarsi in tempo reale, ciò significa che gli utenti possono guardare gli oggetti che non sono in realtà lì davanti a loro. CastAR è in fase embrionale e una sua distribuzione è lontana e non confermata.

Ellsworth e Johnson hanno lavorato al prototipo per più di un anno ai tempi in cui erano dipendenti di Valve, sino a quando a febbraio 2013 sono stati licenziati senza che la compagnia motivasse pubblicamente la decisione. I due ingegneri sembrano aver avuto il benestare da Gabe Newell per continuare a lavorarci su, che avrebbe deciso di non intervenire legalmente, convinto dalla passione mostrata da entrambi per il progetto.