Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Sid Meier dubbioso su Kickstarter

Sid Meier dubbioso su Kickstarter

Sid Meier's Civilization V

PC, PS3, X360

Strategico

Italiano

Cidiverte

24 Settembre 2010

A cura di Alessandro “Alexru88” Rusconi del 14/05/2013
Sid Meier è il secondo designer di videogiochi ad essere entrato nella Hall of Fame dell'Academy of Interactive Arts & Sciences (nel 1999), subito dopo Shigeru Miyamoto. Se quest'ultimo è entrato nella storia del nostro hobby preferito per titoli come Mario e Donkey Kong, Meier se lo è guadagnato per la serie Civilization.
Nel 1991 erano altri tempi: anche solo pensare di poter coinvolgere gli utenti di tutto il mondo per finanziare un videogioco era pura fantascienza. Oggi invece è una realtà in via di consolidazione e Kickstarter nel 2012 ha richiamato più di 83 milioni di dollari.
Ma non deve sorprendere se la "vecchia guardia" non veda di buon occhio i vari siti di crowdfunding e per un motivo basilare spiega Meier: "Devi convincere la gente a supportarti, creare trailer o qualsiasi cosa ti garantisca l'ottenimento dei soldi. Io penso che ciò costringa a prendere molte scelte troppo presto. Io amo il lusso del cambiare il mio gioco durante lo sviluppo, evolvendolo continuamente."
Quest'ultimo è il punto, infatti Meier rincara: "Se io ho preso impegni di fare X, Y e Z, e poi scopro che la strada verso Z non funziona molto bene, ho già promesso che lo avrei fatto. Credo che il crowdfunding sia ottimo per chi vuole quei giochi Indie, ma ci sono sia vantaggi che svantaggi"
Lavorare per una compagnia come 2K Games? È ovviamente molto diverso: "Loro fanno tutte le cose che io non voglio fare: lavorano con gli artisti, con i fonici, si preoccupano del testing, di pubblicarlo e promuoverlo."