Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
American McGee parla di Alice: Otherlands

American McGee parla di Alice: Otherlands

Spicy Horse (Software House)

PC, PS3, X360

Fondata nel 2007

A cura di Davide “Alexander” Dorino del 13/05/2013
American McGee, padre della serie platform-adventure dark incentrata su Alice nel Paese delle Meraviglie, ha risposto su Facebook ad alcuni quesiti riguardanti il prossimo titolo di Spicy Games, Alice: Otherlands, sul quale lo sviluppatore sta cercando di ottenere i diritti dal publisher EA.

Il gioco dovrebbe essere sempre un'avventura in terza persona incentrata solo sulla modalità singleplayer, priva di orpelli social o elementi multiplayer. L'engine utilizzato è Unity e le piattaforme di riferimento ad ora comprendono (ma è solo indicativo) PC, Linux, Mac e dispositivi mobile high-end, mentre le eventuali versioni console non sono ancora state prese in considerazione, più che altro per motivi di publishing.

Riguardo alla storia, secondo il game designer, in American McGee's Alice la protagonista combatteva i suoi demoni emotivi e i suoi problemi psicologici, mentre in Alice: Madness Returns il contendere è stato rappresentato attraverso la battaglia per un dominio fisico. Il nuovo Alice: Otherlands legherà questi due temi insieme e dovrebbe permettere ad Alice di entrare e avventurarsi nelle menti altrui, lottando per liberarle dalla pazzia. Alice padroneggerà i domini psicologici e fisici, e questa caratteristica influenzerà anche la trama e la crescita del personaggio durante il suo viaggio.

Spicy Horse è attualmente alla ricerca di una cosplayer che assomiglia ad Alice per pubblicare un video promozionale per la campagna Kickstarter. Questa potrebbe chiedere agli utenti un finanziamento minimo di 1.5 milione $.Se lo sviluppatore non riceverà una risposta definitiva sulla licenza del gioco entro la fine di maggio, il team continuerà con una raccolta fondi alternativa su Kickstarter basata sul Mago di Oz.