Gli FPS allenano la memoria a breve termine.

La dott.ssa Lorenza Colzato dell’Università di Leiden in Olanda ha recentemente concluso una ricerca sulla capacità di memoria degli appassionati di sparatutto in prima persona che a quanto pare hanno una memoria migliore di tutti gli altri giocatori più "pacifici".

Secondo i dati, pubblicati sull'ultimo numero della rivista Psychological Research, gli sparatutto in prima persona “richiedono dagli utenti una mentalità flessibile per reagire rapidamente agli stimoli visivi e uditivi” aiutando i giocatori a sviluppare una maggiore memoria rispetto a qualsiasi altro tipo di videogioco.

Tags: | Azione | Console
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 0
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.