Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
American McGee proporrà un nuovo titolo di Alice a EA in questi giorni

American McGee proporrà un nuovo titolo di Alice a EA in questi giorni

Alice: Madness Returns

PC, PS3, X360

Azione

Italiano

EA

14 giugno 2011

A cura di Carlo “NeoSquall” Cicalese del 27/03/2013
Qualche giorno fa American McGee, direttore dello studio Spicy Horse e padre della serie Alice, aveva chiesto ai propri fan, tramite Facebook, di mostrare il loro eventuale interesse verso un nuovo capitolo mettendo il rituale "Mi Piace" e condividendo il messaggio il più possibile.
Lo scopo di questa iniziativa, ammesso dallo stesso designer, sarebbe stato quello di generare abbastanza "buzz" con cui forzare un po' la mano dell'attuale detentore dei diritti, Electronic Arts, e ottenere i diritti sull'IP da lui stesso creata.

La "proposta" sarebbe stata fatta durante la GDC, che è attualmente in corso in quel di San Francisco, e McGee sembra fermamente intenzionato a mantenere la promessa.

Dallo showfloor della GDC, infatti, McGee e R.J. Berg (cofondatore e altro uomo di punta di Spicy Horse) hanno illustrato i primi dettagli del progetto che vorrebbero proporre a Electronic Arts.

"Un altro titolo "Tripla A", come i precedenti due capitoli, non è tra le priorità di EA in questo momento," ha affermato Berg. "Dobbiamo creare un'idea molto forte di come quella presentazione potrebbe funzionare, ma spetta a loro cogliere l'opportunità."

In ogni caso, McGee sembra già avere in mente un concept iniziale di "Alice 3", che illustra in questo modo:
"Al momento l'idea è di "Alice in Otherland", ovvero lei che invade le menti delle altre persone e visita i loro "Paesi delle Meraviglie" [Wonderland, in Inglese, nda], utilizzando le conoscenze acquisite nel proprio mondo mentale per colpire o curare le persone che incontra. In questo mondo le strade di Londra diventeranno i portali per 1.000 o 10.000 storie diverse."

McGee afferma che il suo studio ha la storia, le idee, la tecnologia e i mezzi per creare un nuovo gioco di Alice, e che spetta a EA l'onere di cogliere l'opportunità: "Il fardello spetta solamente a loro, come sempre. Speriamo di essere abbastanza attraenti."

A ben vedere, quest'idea ci fa venire in mente un connubio fra le avventure mentali dello Psychonauts di Tim Schafer, gli incubi onirici dell'Alice di McGee e la struttura episodica adottata da quest'ultimo per la prima serie sviluppata da Spicy Horse, Grimm (che vi ricordiamo è stata recentemente affrancata dal portale GameTap e resa disponibile per intero sul portale dello sviluppatore cinese).

A noi quest'idea piace e saremmo anche disposti a finanziarla su Kickstarter, voi cosa ne pensate?