Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Confermato l'utilizzo del FOX Engine nella realizzazione di The Phantom Pain

Confermato l'utilizzo del FOX Engine nella realizzazione di The Phantom Pain

Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

PS2, PS3, PS4, X360

Azione

1 settembre 2015 - 13 ottobre 2016 Definitive Experience

A cura di Carlo “NeoSquall” Cicalese del 15/03/2013
Stanotte GameTrailers ha pubblicato la largamente anticipata intervista con Joakim Mogren, CEO di Moby Dick Studios, misterioso sviluppatore dietro l'ancora più misterioso The Phantom Pain.

Quello che nè il presentatore di GameTrailers, Geoff Keighley, nè gli appassionati in attesa si aspettavano, però, era trovarsi di fronte una persona con il volto fasciato da bende bianche, curiosamente molto simile al personaggio che aiuta il protagonista del video di debutto del gioco.

Durante l'intervista "Joakim" ha evitato di rispondere a qualsiasi domanda fatta da Keighley, limitandosi a mostrare cinque nuovi screenshot, di cui gli ultimi due, "curiosamente" quelli che ritraggono il presunto protagonista, riportano in bella vista il marchio FOX Engine, appartenente all'omonimo motore grafico next-gen sviluppato da Kojima Productions per il suo Metal Gear Solid: Ground Zeroes e che, da quanto abbiamo appreso stamattina, muoverà anche la prossima iterazione di Pro Evolution Soccer.

Si infittisce quindi il mistero che circonda The Phantom Pain, che "curiosamente" ha visto anche qualcuno identificare "Joakim Mogren", il cui nome è anagramma di "Kojima" e "mOGREn" ricorda lontanamente quel "Progetto Ogre" su cui il designer giapponese è al lavoro da molto tempo, come Cliff Bleszinski, "curiosamente" ritratto insieme al maestro in alcune foto twittate nei mesi scorsi.

A proposito di quest'ultima coincidenza, i nostri esperti hanno passato la mattinata esaminando attentamente il "Joakim" dell'intervista e confrontandone i pochi lineamenti facciali discernibili con quelli di CliffyB.
Inizialmente sono state trovate diverse somiglianze, come gli occhi azzurri, la dentatura e la sfumatura dei capelli, arrivando perfino a sovrapporre un'immagine del bendaggio di "Joakim" sopra il faccione di Bleszinski, il cui risultato è visibile nella galleria qui sotto.
Alla fine, però, i nostri esperti hanno trovato due fondamentali elementi che sconfessano questa teoria: il primo è rappresentato dal neo sul naso di "Joakim", il secondo dalla macchia presente sull'incisivo destro di Cliff.

Un'altra teoria vorrebbe che "Joakim" fosse in realtà un costrutto ottenuto grazie al FOX Engine, tesi supportata dal fatto che quest'ultimo e Keighley non sono mai apparsi insieme nella stessa immagine, ma non ci sentiamo di darvi troppo peso perchè non crediamo che, pur estremamente performante, il FOX non ci sembra in grado di raggiungere questo livello di fotorealismo.