Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
App VS console portatili

App VS console portatili

App Store

APPLE, TECH

Servizio disponibile da luglio 2008

A cura di Luca “lukeofdork” Monica del 25/02/2013
L'idea che gli smartphone Android, iOS e i tablet avrebbero intaccato in maniera rilevante il mercato dei giochi portatili non è una novità. L'anno scorso PlayStation Vita al lancio ha scatenato un dibattito sulla questione se i dispositivi di gioco portatili hanno realmente un futuro, considerando anche che Nintendo ha dovuto tagliare drasticamente il prezzo del 3DS l'anno prima grazie alle vendite inferiori al previsto. Ora, alcuni nuovi dati dalla ricerca aziende IDC e App Annie rafforzano ulteriormente la posizione difficile in cui Nintendo e Sony si trovano - la spesa dei consumatori per applicazioni gaming in App Store di Apple e su Google Play ha eclissato quella dedicata ai giochi per console portatili di Nintendo e Sony nel quarto trimestre dello scorso anno. In particolare, la spesa per i giochi dedicati alle console portatili è stata altamente stagionale - il 60% della spesa Q4 ha avuto luogo nel mese di dicembre, periodo in cui tanti giochi vengono acquistati per i regali di Natale. La spesa dei giochi iOS e Android, invece, è stata distribuita più uniformemente durante l’anno.
Questo non dipinge un bel quadro per Nintendo e Sony, che continuano a trainare il mercato dei giochi portatili. In realtà, IDC e App Annie hanno scoperto che Nintendo e Apple erano quasi allo stesso livello in termini di spesa dei consumatori per i giochi.
Altri dati hanno rivelato che i clienti in App Store di iTunes e su Google Play sono più propensi a spendere per i giochi di quanto siano per altre applicazioni. Mentre i giochi hanno rappresentato circa un terzo di tutti i download di app nel 4 ° trimestre, l'importo totale speso per i giochi come percentuale della spesa totale per le applicazioni è stata oltre il 60% in App Store e quasi l'80% in Google Play. Vale la pena notare che i dati di App Annie su iTunes Store e Google Play non arrivano direttamente dalle aziende madri - risultano da un modello statistico di scala generato da diverse fonti quali il grafico classifiche App Store e i dati di vendita. Pertanto, queste informazioni non devono essere prese come vangelo, bensì come aiuto a dipingere il quadro dei giochi portatili verso cui stiamo muovendo - e sembra che un sacco di consumatori siano perfettamente felici di giocare sul proprio smartphone.