Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
GTA V, le teorie sul perché del ritardo sono assurde per Rockstar

GTA V, le teorie sul perché del ritardo sono assurde per Rockstar

Grand Theft Auto V

PS3, X360

Azione

Italiano

Cidiverte

17 Settembre 2013 (PS3, Xbox 360) - 18 novembre 2014 (PS4-Xbox One) - 14 aprile 2015 (PC)

A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 05/02/2013
Da quando il gioco è stato posticipato, i rumor relativi al possibile motivo che ha spinto Rockstar a rinviare Grand Theft Auto V si sono susseguiti rapidamente: alcuni analisti ritenevano plausibile il fatto che la software house volesse portare il gioco direttamente su next-gen, altri hanno parlato dell'intenzione della stessa Rockstar di evitare lo scontro diretto con Bioshock Infinite di 2K Games, sempre di Take Two. Altri ancora, hanno immaginato che il ritardo potesse essere voluto per fare in modo che l'onda anti-videogame violenti sviluppatasi dopo la strage di Sandy Hook potesse avere il tempo di placarsi.

Rockstar, testimone di tutti questi rumor, ha deciso di fornire una risposta ufficiale, smentendoli tutti senza mezzi termini: "capiamo che molti di voi siano rimasti delusi dalla notizia - purtroppo a volte tali ritardi sono necessari in tutte le forme di intrattenimento, sopratutto in caso di videogame enormi e complessi come GTA V" esordisce il comunicato della compagnia. "A tutti coloro che stanno riferendo o vedendo strane teorie di cospirazione e che immaginano che ci siano altri strani motivi per il ritardo: state tranquilli perché sono [teorie] totalmente insensate. Il solo motivo per il quale abbiamo rinviato l'uscita del gioco è perché vogliamo che sia bello quanto deve essere."