I videogame sono peggio delle armi, lo dice Senatore USA

Continua la caccia alle streghe negli Stati Uniti: questa volta, l'attacco ai videogame (e a chi ci gioca) viene dal senatore repubblicano Lamar Alexander, che ha espresso il suo parere circa i dibattiti che si sono originati in seguito alla strage di Sandy Hook.

Secondo Alexander, "i videogame sono un problema ben maggior delle armi, perché i videogame turbano le persone. Ma il Primo Emendamento ci limita nel fare qualcosa contro i videogame, ed il Secondo Emendamento ci limita nel fare qualcosa contro le armi."

Il senatore - da tempo sostenitore della detenzione di armi da fuoco - non ha voluto però motivare in base a quali argomentazioni e a quali studi ritenga i videogame un problema ben più grave di pistole e fucili, limitando le sue dichiarazioni alle scarne frasi che vi abbiamo riportato.

La speranza di noi videogamer è che, prima o poi, tra il Primo e il Secondo Emendamento sopra citati, ne venga aggiunto uno che impedisca a coloro che parlano a vanvera, superficialmente e senza motivare le loro dichiarazioni di rivestire una carica importante come quella di Senatore.

Tags: | Videogames
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 0
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.