Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Google acquista 15.000 Raspberry Pi per le scuole inglesi

Google acquista 15.000 Raspberry Pi per le scuole inglesi

Google

PC, TECH

Fondata nel 1998

A cura di Carlo “NeoSquall” Cicalese del 30/01/2013
In queste ore il sito della BBC ha riportato la notizia che il colosso tecnologico Google avrebbe acquistato 15.000 microcomputer Raspberry Pi, con l'obiettivo di donarli a diverse scuole del Regno Unito.

Il Raspberry Pi è un fulgido esempio di ingegneria elettronica applicato all'informatica, un computer su scheda singola il cui prezzo varia dai 25 ai 35 Dollari, pensato e modellato come piattaforma di sviluppo compatibile con sistemi operativi su base UNIX come Linux, FreeBSD e Plan 9, oltre al RISC OS.

L'obiettivo dichiarato di Google per questa distribuzione gratuita di microcomputer nelle scuole, secondo il chairman della compagnia Eric Schmidt, è di "stimolare" e "ispirare" i giovani ad avventurarsi nel mondo della programmazione.
"L'interesse primario di Google è di assicurarsi che vi siano molte più persone tecnicamente istruite nel mondo", ha affermato Schmidt. "Quasi tutto è meglio quando le persone sono educate meglio, e la mancanza di persone istruite in matematica e nelle scienze è un problema reale, non solo nel Regno Unito, ma in tutto il mondo."

Queste parole fanno eco a un discorso simile fatto da Sir Tim Berners-Lee, teorico e inventore del World Wide Web che, in una conversazione riportata la settimana scorsa dal World Economic Forum, ha affermato che, sostanzialmente, solo un'educazione alle scienze informatiche impartita fin dalla giovane età può far sì che le persone utilizzino consapevolmente i propri strumenti informatici, e non come dei "congelatori" che, una volta rotti, vanno semplicemente comprati da capo.

"Ci auguriamo che la nostra partnership con Google rappresenti un momento significativo nello sviluppo dell'educazione informatica nel Regno Unito," ha affermato Eben Upton, co-fondatore della Raspberry Pi Foundation. "Crediamo che questo gesto possa capovolgere il declino annuale del numero e delle abilità degli studenti che decidono di studiare Informatica nelle Università."
Difatti, secondo il rapporto BBC, il numero di studenti di Informatica nel Regno Unito è sceso del 23% nei corsi "undergraduate" (equivalente alla nostra laurea base) e del 34% in quelli "graduate" (ovvero la nostra laurea magistrale).