Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Call of Duty: Polizia svedese irrompe in un appartamento durante una partita in LAN

Call of Duty: Polizia svedese irrompe in un appartamento durante una partita in LAN

Call of Duty: Black Ops II

PC, PS3, X360

Sparatutto

Italiano

Activision

13 novembre 2012

A cura di Silvano “AnimaDiLupo” Michelotti del 30/01/2013
Lo scorso 27 gennaio a Stoccolma la polizia svedese ha compiuto un vero e proprio “raid” in un appartamento, dopo aver ricevuto la segnalazione di spari e urla di aiuto, ritrovandosi invece un gruppo di ragazzi impegnati a giocare in LAN al videogame Call of Duty.

Secondo un'agenzia svedese, pare che durante la partita, un giocatore, il cui personaggio virtuale era steso a terra dopo ripetute uccisione, stesse urlando “aiuto, aiuto, aiuto”.

Le urla e gli spari non devono essere apparsi finti ai passanti, che hanno prontamente avvisato le forze dell'ordine svedesi. In risposta alla segnalazione, la polizia ha inviato una squadra di 10 poliziotti, che, una volta irrotti nell'appartamento, hanno fatto uscire fuori tutti i ragazzi.

Una volta all'esterno, i giocatori hanno potuto chiarire l'equivoco, spiegando che si trattava di una partita di gruppo a un videogioco.

La polizia ha deciso infine, di lasciare l'appartamento senza prendere nessun provvedimento contro i giocatori.

Insomma, una seratina come le altre.