Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
La ristrutturazione di HMV potrebbe portare alla chiusura di metà dei negozi su strada

La ristrutturazione di HMV potrebbe portare alla chiusura di metà dei negozi su strada

HMV

3DS, PC, PS3, PSVITA, WII, WIIU, X360

Inglese

Fondato nel 20 Luglio 1921

A cura di Carlo “NeoSquall” Cicalese del 29/01/2013
Buone notizie, in un certo senso, nella travagliata vicenda che vede HMV, storica catena brtannica di negozi specializzata in musica, film e videogiochi.

Secondo quanto riportato dal Daily Mail Hilco, la compagnia specializzata in ristrutturazione di imprese fallimentari, per la quale è stata approvata la proposta di acquisizione di parte del debito della settimana scorsa, ammontante a circa 40 milioni di Sterline, avrebbe già avviato delle trattative per rimettere in sesto l'azienda e salvarla dal fallimento.

La compagnia, che al momento possiede una quota di controllo del Gruppo HMV, avrebbe aperto dei negoziati con i maggiori fornitori e i locatari dei negozi, con l'obiettivo di ridurre al minimo le chiusure e di ottenere un pagamento dilazionato dei prossimi stock.

Al momento i negozi destinati alla chiusura sembrano essere circa la metà degli attuali 223, ma è sempre meglio della chiusura totale prospettata dalla possibile acquisizione da parte di qualcun altro.
Difatti Hilco non è stata l'unica compagnia a proporsi per l'acquisto del debito di HMV dagli amministratori pro-tempore di Deloitte, bensì sono state almeno 50 le offerte arrivate da aziende come Jon Moulton's Better Capital, Endless e OpCapita, famosa per aver "agevolato" il fallimento della catena americana Comet.

Il gruppo bancario di creditori del gruppo, capeggiato da RBS e Lloyds, ha ritenuto opportuno accettare l'offerta di Hilco, nonostante ammontasse a un quarto di quella più alta, perchè l'unica a garantire un futuro per HMV. Tanto di cappello.