Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Jonathan Coulton plagiato dagli autori di Glee

Jonathan Coulton plagiato dagli autori di Glee

Videogames
A cura di Carlo “NeoSquall” Cicalese del 29/01/2013
Se non avete mai sentito parlare finora di Glee, il telefilm Fox incentrato sulla vita di un gruppo di studenti disagiati che canta in un gruppo "a cappella" buon per voi, non vi siete persi granchè.

Forse anche Jonathan Coulton, autore del famoso brano "Still Alive" per la serie Portal ha vissuto meglio prima di venire a conoscenza del telefilm in questione, o meglio, del fatto che un suo brano sia stato inserito in un episodio della serie senza il suo consenso.

Il brano in questione, una cover della canzone "Baby got back" di Sir Mix-a-Lot, è stata inserita nell'ultimo episodio di Glee e, successivamente, venduto su iTunes USA come parte della colonna sonora dello show, il tutto senza chiedere l'autorizzazione di Coulton o qualsivoglia riconoscimento nei credits del telefilm o sullo store Apple.

Per evidenziare ulteriormente il vero e proprio plagio effettuato dal network, lo stesso Coulton ha appaiato i due brani e ha caricato il risultato su SoundCloud, dove anche voi lettori potrete ascoltare e trarre le vostre conclusioni.

Ovviamente il musicista non ha intenzione di stare a guardare, specialmente dopo che i rappresentanti della Fox lo hanno informato che non avevano intenzione di riconoscergli alcun credito all'interno dello show -a dirla tutta lo hanno già involontariamente (o scioccamente? nda) fatto lasciando identica la citazione autoreferenziale "Johnny C's in trouble" nella canzone-, che avevano tutti i diritti legali per farlo e che avrebbe dovuto "essere felice per l'esposizione mediatica ricevuta".

Un ottimo esempio di correttezza e sportività da parte di uno show televisivo che affronta tematiche morali come i diritti LGBT, la misoginia, la violenza domestica e che, nella prima stagione, ha proposto un episodio in cui veniva condannato il plagio.