Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Musica a bit per la nuova generazione

Musica a bit per la nuova generazione

Arte videoludica
A cura di Alessandro “Alex Overkilll” Mari del 09/01/2013
Gli Anamanaguchi sono un gruppo che veste al di fuori dei canoni estetici di questo mondo e suona musica difficilmente catalogabile in una sola parola, anche se “retrogaming”, “bit” e “anni 80” potrebbero aiutare molto a trovarla. Hanno collaborato alla composizione della notevolissima colonna sonora di Scott Pilgrim vs. the World: The Game e il loro primo album, Endless Fantasy, che ricorda casualmente una certa serie videoludica, è pronto a uscire questa primavera. Per anticiparne l’arrivo sul mercato ne hanno diffuso così il primo singolo con relativo videoclip. Questo videoclip.

Tutti i lettori oltre almeno la soglia della ventina, cresciuti masticando videogames tra le pareti di antiche sale giochi affollate, non potranno che emozionarsi davanti a un simile prodotto audiovisivo.