Gli sviluppatori di Arma III ringraziano dalle carceri

A circa due mesi e mezzo dalla loro incarcerazione su territorio greco, i due sviluppatori di ArmA III Ivan Buchta e Martin Pezlar hanno scritto una lettera di ringraziamento ai fan e ai supporters che stanno cercando di far sentire la propria voce un po' da tutto il mondo. Dopo numerose proteste verbali e scritte, l'intervento della software house e di migliaia di giocatori da tutto il mondo, il Governo greco ha negato la proposta di cauzione per i due developers, attualmente accusati di spionaggio militare e in attesa di processo, che nel peggiore dei casi li vedrà costretti a scontare venti anni di reclusione. Nella lettera si ringrazia per il calore e il supporto dimostrato, con i due uomini che fanno sapere di venir trattati bene, e che vorrebbero tornare a casa. Anche lo stesso Presidente della Repubblica Ceca Vàclav Klaus è intervenuto nella faccenda, chiedendo che il Presidente greco vada a interessarsi personalmente della questione per assicurarsi che venga fatta giustizia. A seguire la lettera scritta dal pugno dei due developers.
Data di uscita: 12 settembre 2013
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 0
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.