Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Take Two, GTA ha successo perché non è annuale

Take Two, GTA ha successo perché non è annuale

Take-Two

PC, PS3, X360

Fondata nel 1993

A cura di Stefania “Tahva” Sperandio del 28/11/2012
Il segreto di Grand Theft Auto? Secondo Take Two è la sua cadenza non annuale, a differenza di altri grandi brand dei tempi ludici recenti. Il CEO della compagnia, Strauss Zelnick, ha infatti spiegato che, a suo avviso, un ritmo di release dei titoli di una IP che non sia strettamente cadenzato fa in modo che ogni episodio sia speciale.

In particolare, Zelnick ha fatto riferimento al franchise Call of Duty, sottolineando come le vendite di Black Ops II, seppur notevoli, siano state meno imponenti di quelle fatte registrare lo scorso anno da Modern Warfare 3. Secondo il CEO di Take Two, il motivo di questa decrescita risiederebbe nel fatto che gli utenti si siano un po' stancati del brand.
"Se vuoi che una proprietà intellettuale sia permanente, allora corri il rischio che i consumatori se ne disinnamorino. Activision ovviamente vede il mondo differentemente."

"Eccetto che per titoli sportivi, è difficile mantenere proprietà intellettuali permanenti se queste vengono annualizzate. Le IP che escono con un nuovo prodotto ogni anno rischiano di esaurirsi e non avere più niente da dire. Noi non vogliamo questo" ha argomentato Zelnick.

Il CEO ha anche paragonato la serie Grand Theft Auto a quella di James Bond, che pur andando avanti da cinquant'anni, riscuote ancora un enorme successo (vedasi il recente Skyfall) proprio grazie al fatto che le release di nuovi episodi non sono mai regolari e sono intervallate da un lasso di tempo sufficiente a creare molto interesse nei fan.