Negata cauzione a sviluppatori di Arma III

E' stata purtroppo negata la richiesta di cauzione per i due sviluppatori di Bohemia Interactive tuttora detenuti nelle carceri greche con l'accusa di spionaggio militare. Ivan Buchta e Martin Pezlar facevano parte dello staff per lo sviluppo del nuovo Arma III, simulatore bellico molto noto ai giocatori PC e caratterizzato da un altissimo livello di realismo. I due sono stati arrestati ormai 70 giorni fa, colti dalle autorità mentre osservavano un campo militare per raccogliere informazioni e idee per lo sviluppo del gioco. Eliminata la possibilità di una cauzione entrambi gli sviluppatori dovranno adesso venire processati da un tribunale greco e, se ritenuti colpevoli, rischieranno fino a 20 anni di detenzione.
Data di uscita: 12 settembre 2013
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 0
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.