Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Sviluppare per la next gen costerà il doppio secondo Epic

Sviluppare per la next gen costerà il doppio secondo Epic

Videogames
A cura di Domenico “Naares” Scarpello del 14/11/2012
Che il costo di sviluppo dei videogames sia un argomento caldo lo sappiamo un po' tutti. E' questo il principale motivo per cui i motori grafici di terze parti - Unreal Engine su tutti - si stiano sempre più diffondendo tra i vari team, che preferiscono evitare di creare costosissimi engine da zero e affidarsi a licenze molto più economiche. Il direttore della divisione tecnologica di Epic Games Tim Sweeney ha recentemente parlato di Samaritan, la demo tecnica per mostrare i progressi in campo tecnologico ottenuti dall'azienda con Unreal Engine 3.5. Basandosi su quanto speso per realizzarla e facendo un rapido calcolo, Sweeney sostiene che sviluppare un gioco tecnicamente e graficamente eccelso per la prossima generazione potrebbe costare anche cinque volte quanto viene speso attualmente. Sweeney va poi a precisare che una demo tecnica è fatta in primis per mostrare tecnologie molto avanzate che difficilmente vengono implementate in un videogame in maniera massiva. Per questo motivo, cercando di essere il più possibile realisti Sweeney ritiene ragionevole che le aziende dovranno sborsare in media il doppio rispetto a quanto non facciano oggi, per ottenere risultati che siano buoni e tecnicamente al passo con i tempi. Su prodotti di media entità si parla quindi di valori che oscilleranno tra gli 60 e i 140 milioni di dollari.