Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Nvidia e Lenovo cercano di prevedere il futuro dell'industria

Nvidia e Lenovo cercano di prevedere il futuro dell'industria

Tech
A cura di Domenico “Naares” Scarpello del 09/11/2012
Il mercato dei computer è in una importante fase di transizione, una di quelle che sanciscono la fine di un'era e l'inizio di un nuovo capitolo. L'inarrestabile miniaturizzazione e miglioramento delle tecnologie mobili sta permettendo di ottenere risultati prestazionali ormai in grado di tallonare quanto possibile dal mercato PC. In effetti un PC di fascia bassa o addirittura media può, in base al tipo di utenza, venire sostituito da un performante tablet, o da uno smartphone di ultima generazione. Il PC rimane ancora a livello squisitamente tecnico superiore, ma è innegabile che i concorrenti mobili stiano guadagnando terreno.
Osservando il recente andamento del mercato Nvidia si aspetta che i PC verranno del tutto fagocitati da parte dei tablet, device prestanti e basati su un concetto di portabilità ottimamente integrato nello stile di vita moderno. Lenovo si sbilancia andando addirittura oltre, e indicando che l'interesse verso i tablet sta già cominciando a scemare, con la gente sì interessata, ma meno che in passato e non più ammaliata dall'elemento novità. Secondo l'azienda cinese i tablet potranno anche far crollare il mercato PC, ma saranno a loro volta oscurati dal segmento ibrido, ovvero quei device a metà tra tablet e portatile. Un esempio potrebbero essere i Surface di Microsoft, i notebook con schermo rimovibile, o gli apparecchi dotati di stand e tastiera. Secondo Lenovo infatti, per quanto un tablet possa essere potente non potrà mai raggiungere un feeling paragonabile a quello di un mouse e una tastiera, motivo per cui chi ha bisogno di lavorare con un PC tenderà inevitabilmente verso una soluzione ibrida.