Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
<b>AMD</b> cambia il proprio business

AMD cambia il proprio business

AMD
A cura di Domenico “Naares” Scarpello del 19/10/2012
Qualche giorno fa vi avevamo comunicato le difficoltà economiche di AMD, che a causa dei fatturati in caduta si è vista nella necessità di licenziare circa il 18% della propria forza lavoro.
Arrivano oggi delle informazioni riguardo la nuova direzione che la compagnia ha intenzione di intraprendere. Secondo quanto dichiarato, l'azienda avrebbe intenzione di allontanarsi dal mercato PC per abbracciare settori dell'informatica in forte espansioni quali tablet e smartphone. Attualmente circa l'85% del business della compagnia è incentrato sul mercato PC, che nei prossimi anni ha prospettive di sviluppo piuttosto basse. Nei prossimi tre anni AMD intende spostare gli investimenti della società verso altri mercati, convogliando in essi tra il 40 e il 50% delle risorse. Oltre al mercato mobile gli investimenti verranno fatti anche su quello dei server e dei notebook a basso consumo ultrasottili. Non si esclude la possibilità di partnership con altre aziende per il design delle APU e per offrire la propria competenza tecnica. L'arrivo di Windows 8 sul mercato dovrebbe in teoria portare una boccata d'aria alle vendite dei PC, e di conseguenza portare nuove entrate anche ad AMD, ma resta una necessità l'agire tempestivamente per riorganizzare le proprie priorità.