Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
<b>Backbone</b> rischia chiusura

Backbone rischia chiusura

Videogames
A cura di Domenico “Naares” Scarpello del 10/10/2012
Tramite il network Game Informer apprendiamo che la software house californiana freelance Backbone Entertainment si è ritrovata costretta ad operare una serie di tagli al personale, licenziando un numero di dipendenti non meglio precisato. Oltre a questa riorganizzazioni pare si stia valutando nelle ultime ore la totale chiusura dello studio di sviluppo.
L'azienda non fa parte di società più grandi, ma si è dedicata a lavori su ingaggio da parte di alcuni colossi del videogaming, tra cui le giapponesi Capcom e SEGA, aiutando nello sviluppo di prodotti importanti come Super Street Fighter II Turbo HD Remix e Rock Band 3.
Secondo a quanto dichiarato ufficialmente il motivo è da ricercare nella notevole riduzione di richieste di titoli tripla A, con un mercato che va diventando esageratamente costoso, capitali proibitivi per un gran numero di società che quindi preferiscono sviluppare internamente piuttosto che delegare altre aziende. A tutto ciò va ad aggiungersi un momento particolarmente positivo per quanto riguarda il mercato portatile e quello indipendente, galvanizzati negli ultimi anni da una serie di prodotti innovativi ma economici, che sono stati capaci di ottenere un ottimo riscontro commerciale.