Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
<b>Oddworld</b>: profitti per altri giochi

Oddworld: profitti per altri giochi

Oddworld: Abe's Oddysee New 'n' Tasty

PC, PS3, WIIU, X360

Platform

23 luglio 2014 (PS4) - 25 febbraio 2015 (PC) – 27 marzo 2015 (Xbox One) - 22 aprile 2015 (PS3) - 19 gennaio 2016 (PS Vita) - TBA (Wii U)

A cura di Domenico “Naares” Scarpello del 01/10/2012
Intervistato dai microfoni del network GameIndustry.biz, il creatore di Oddworld: Abe’s Oddysee Lorne Lanning, ha parlato della prossima release in alta definizione del celebre platform/adventure per pubblicizzarne l'uscita.
Ha poi speso qualche parola riguardo gli introiti che arriveranno dal gioco, e il fatto che nessuno nel team spenderà il denaro nell'acquisto di "stronzate" quali Ferrari e cose simili, ma piuttosto i soldi verranno reinvestiti per produrre nuovi videogames o per migliorare i contenuti dei propri lavori (presumiamo tramite patch, update o DLC). Lanning ha inoltre parlato del fatto che, se un tempo il denaro veniva investito nelle edizioni boxate dei giochi, oggi il loro team di sviluppo si dedica al mercato digitale, cosa che gli permette di spostare il proprio price point dai canonici 60/70 dollari ad un più abbordabile 9,99 dollari. Anche con una cifra simile, contando le tasse da pagare ai vari servizi di distribuzione, per ogni copia venduta gli sviluppatori incassano circa 7 dollari, una cifra sufficiente a permettere lo sviluppo di altri lavori e che di certo va incontro alle tasche dei consumatori.
In conclusione, Lanning ha aggiunto di essere stanco e di non sopportare il modo in cui le major continuano a trattare il mercato, facendo pagare cifre esagerate a discapito degli utenti finali.