Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
63% delle <b>giocatrici</b> molestato ingame

63% delle giocatrici molestato ingame

Videogames
A cura di Domenico “Naares” Scarpello del 12/09/2012
Secondo una recente ricerca di PriceCharting condotta su un campione di 800 giocatori di entrambi i sessi è emerso che il 63% delle intervistate si è sentita infastidita o molestata durante le proprie sessioni online. L'80% degli intervistati (sia uomini che donne) ritiene che la maggior parte delle persone con cui ha giocato era affetta da gravi problemi di sessismo. Il 35% delle donne ha abbandonato l'esperienza online per queste problematiche, per poi tornare dopo pause più o meno lunghe. Il 10% ha del tutto smesso di giocare per gli stessi motivi.
Tra le parole più utilizzate nei confronti di chi ha smesso di giocare si segnalano le classiche "bitch" e "whore", traduzioni più o meno volgari del nostro "prostituta". Un gran numero delle intervistate dice inoltre di aver ricevuto numerose avances sessuali, anche molto spinte.