Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
<b>Caso Geohot</b>: un altro arresto

Caso Geohot: un altro arresto

Sony
A cura di Domenico “Naares” Scarpello del 29/08/2012
Un po' tutti ricorderanno dell'ormai storico caso Geohot avvenuto lo scorso anno, che portò Sony ad essere attaccata da un cospicuo numero di hacker sparsi per il mondo che riuscirono a trafugare un grandissimo numero di carte di credito ed informazioni personali registrate sui server del PlayStation Store. Arriva oggi la notizia di un nuovo arresto, operato ai danni del ventenne dell'Arizona Raynaldo Rivera, che rischia adesso fino a 15 anni di reclusione qualora venisse ritenuto colpevole di tutte le accuse. Il ragazzo faceva parte del gruppo di hacker LulzSec, affiliato ai più famosi Anonymous.