Hutchinson, la critica è razzista

Il creative director di Assassin's Creed III, Alex Hutchinson, ha attaccato duramente la stampa e la critica che trattano i videogames, definendoli "razzisti".
Quando gli è stato domandato come sia possibile che Nintendo riesca sempre a far risorgere i suoi più famosi franchise, Hutchinson ha risposto senza mezzi termini: "volete la mia risposta sincera? Penso che ci sia un sottile razzismo nell'industria, sopratutto da parte dei giornalisti, dove gli sviluppatori giapponesi sono sempre perdonati per ciò che fanno. Penso ci sia accondiscendenza in questo."

"Pensate, ad esempio"
ha proseguito Hutchinson, "a quanti giochi giapponesi vengono rilasciati con storie che sono letteralmente insensate. Insensate. Non c'è modo di scrivere storie del genere prendendosi sul serio, ma ecco che i giornalisti dicono 'oh, è una storia brillante!'. Poi arriva Gears of War e - a quanto pare - ha la peggior narrazione di sempre in un videogioco. Io sceglierei sempre Gears of War rispetto a Bayonetta."
Data di uscita: Fondata nel 1986
Tags: | Ubisoft | Ubisoft
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 0
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.