Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Futuro del <b>videogaming</b> giapponese

Futuro del videogaming giapponese

Videogames
A cura di Domenico “Naares” Scarpello del 08/08/2012
Famitsu ha pubblicato questa settimana una nuova intervista ad importanti personalità dell'industria videoludica, ottenendo interessanti notizie riguardo i piani futuri degli sviluppatori. Andiamo a vedere di cosa si è parlato.

Katsura Hashino di Team Persona ha detto che il suo staff è al momento molto concentrato sullo sviluppo di Persona 5, che sta facendo notevoli passi avanti. Ha dichiarato inoltre di star lavorando a un progetto da lui definito "collaborativo", ma occorrerà ancora parecchio tempo prima che la cose venga svelata alla stampa.

Kenichiro Takaki di Marvelous Entertainment dice di avere delle idee per utilizzare il controller di Wii U in un titolo della serie Senran Kagura, ma che al momento si tratta solo di congetture. Takaki ha concluso la sua intervista promettendo che continuerà a produrre giochi che faranno dire agli utenti "Hanno fatto un altro gioco totalmente privo di senso".

Yoshifumi Hashimoto di Marvelous Entertainment, produttore di Harvest Moon, ci informa che Rune Factory 4 ha avuto un'ottima accoglienza e il team ha già deciso di lavorare ad un nuovo capitolo nella serie. Confessa anche di voler produrre qualcosa di completamente nuovo, su cui ha già cominciato a lavorare.

Hiroyuki Kobayashi di Capcom ci anticipa che ad un prossimo evento verrà fatto un annuncio riguardo il futuro della serie Sengoku Basara.

Shikura Chiyomaru di 5pb è al momento al lavoro su due giochi. Uno di questi è ambientato a Shibuya e verrà rilasciato sul mercato nel corso del 2013. Chiyomaru si sta interessando per portare i propri videogames sugli smartphone.

Yoshito Okamura di Gust è per adesso in una fase di studio sul suo prossimo titolo. Lo sviluppatore non nasconde il proprio desiderio di lavorare anche su altri media, anche se lo staff dello studio conta all'incirca 30 persone. Con Atelier Ayesha la quantità di giocatori di sesso femminile è incrementata notevolmente. Il prossimo gioco della compagnia sarà un RPG di stampo classico giapponese.