Videogiochi come antidepressivi

Nonostante la stampa generalista tenda sempre a sottolineare la presunta pericolosità dei videogiochi, i risultati scientifici continuano a mostrare gli effetti benefici dell'intrattenimento elettronico. L'ultimo in ordine di tempo arriva dalla Nuova Zelanda: un gruppo di insegnanti e ricercatori dell'Università di Auckland ha sviluppato SPARX (acronimo di Smart Positive Active Realistic X-factor) un gioco che aiuta a evitare cattivi pensieri sia proponendo fasi che stimolano le capacità di problem solving dei giocatori, sia lasciandoli sfogare con semplici fasi di shooting. Ebbene, giocare a SPARX aiuterebbe ad affrontare la depressione e l'ansia almeno quanto le terapie convenzionali: avendo sperimentato la nuova terapia su un campione di 187 adolescenti problematici, si è osservata una riduzione del 30% degli stati d'ansia e una percentuale di guarigione del 44% mentre con i metodi tradizionali ci si riusciva nel 26% dei casi. Adesso l'Università di Auckland sta tentando di dare accesso a SPARX a più persone possibili per ampliare il campione e rendere i risultati più rigorosi dal punto di vista scientifico.
Tags: | Videogames
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 0
caricamento in corso...

 
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.