Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
<b>DA 3</b>: svelate nuove info al PAX East

DA 3: svelate nuove info al PAX East

Dragon Age: Inquisition

PC, PS3, X360

Gioco di ruolo

EA

20 novembre 2014 - 6 ottobre 2015 (GOTY)

A cura di Luca “Metalwing” Marletta del 11/04/2012
Il creative director del brand Dragon Age, Mike Laidlaw, pur sottolineando che nulla è stato annunciato o confermato, ha rilasciato alcuni nuovi "suggerimenti" sul futuro del franchise durante la conferenza tenutasi al PAX East: dopo aver chiuso la pratica "Dragon Age II", Laidlaw ha dichiarato che BioWare è, come sempre, alla ricerca dei feedback dei giocatori prima di impegnarsi di nuovo sul franchise. Egli si è focalizzato su tre punti principali che lo sviluppatore cercherà di affrontare, tra cui l'esortazione a "fermare il riutilizzo dei livelli".

Laidlaw ha iniziato mostrando quello che sembra essere un concept art fatto di paesaggi aperti e di campi, dichiarando che BioWare spera di esplorare gli spazi aperti, portando qualcosa di fresco nell'ipotetico nuovo capitolo: "Se dobbiamo veramente passare attraverso degli ambienti urbani, cercheremo di non passare per Kirkwall.", ha aggiunto mestamente, portando una nota d'ironia al commento, "Dobbaimo andare in qualche posto nuovo. Forse da qualche parte un pò più 'francese'.".

Alcuni pensano che, nelle parole di Laidlaw, si nasconda un palese riferimento ad Orlais, un paese confinante con il Ferelden di Dragon Age: Origin e i liberi confini di Dragon Age II, il quale è presumibilmente popolato da personaggi con accento francese. Laidlaw ha anche affermato, nel secondo punto, che spera d'includere "decisioni che contano" nella storia del nuovo DA, comprese quelle realizzate nei giochi precedenti, alle quali BioWare sta lavorando per risolvere problemi di importazione ed eventuali "stranezze" di sorta, come riscontrato nei precedenti capitoli.

Infine, ha affrontato l'ultimo punto, riguardante il problema dell'equipaggiamento per i personaggi che accompagneranno il giocatore, con il commento "Yah. E' tornato".

Dopo la dimostrazione di come un pezzo d'armatura condivisa possa modificare l'aspetto di un membro del party senza nulla togliere al suo look, e sottolineando che nulla è inalterabile, Laidlaw ha affermato che "in teoria" i giocatori potrebbero essere in grado di personalizzare anche i colori e il tessuto degli elementi delle armature per i membri del party. Ha anche strutturato ipoteticamente un ipotetico gruppo contenente un Custode Grigio e un Seeker (Cercatore).

Di seguito potrete trovare il video della conferenza, Buona Visione!