Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
<b>Francia</b> contro il terrorismo sul web

Francia contro il terrorismo sul web

Tech
A cura di Francesco “Mastelli Speed” Ursino del 23/03/2012
A poche ore dal tragico epilogo della vicenda di Mohamed Merah, ricercato per l'uccisione di tre paracadutisti francesi, tre scolari e un rabbino, il presidente Nicolas Sarkozy ha annunciato l'intenzione di rendere illegale la navigazione sul web di siti che incoraggino il terrorismo e crimini d'odio.
Queste le parole del presidente francese, riportate da Reuters: "Da ora in poi, ogni persona che utilizza abitualmente il web per sostenere il terrorismo o per richiamare le persone all'odio e alla violenza sarà punita secondo la legge".

Le prime reazioni contrarie non si sono fatte attendere: tra le molte, è da segnalare quella di Jillian C. York, direttore di International Freedom of Expression: "Non è garantito che la criminalizzazione dei siti internet ponga la fine al problema. L'estremismo non è cominciato con internet, né finirà senza".