Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
<b>Hayashi</b> e la violenza gratuita

Hayashi e la violenza gratuita

Ninja Gaiden 3

PS3, WII, X360

Azione

Inglese con sottotitoli in italiano

Halifax

23 marzo 2012 PS3/X360 | 11 gennaio 2013 Wii U

A cura di Luca “Metalwing” Marletta del 15/03/2012
Il boss di Team Ninja Yosuke Hayashi ha espresso, in un'intervista rilasciata al sito GameIndustry, la sua preoccupazione riguardo al fatto che molti sviluppatori non riescono ad impostare un giusto livello di violenza nei loro giochi.

"Da alcuni anni sento una mancanza di potenzialità nelle espressioni di violenza senza senso che stanno dominando i videogiochi d'oggi." ha dichiarato Hayashi nell'intervista, "Se gli sviluppatori continueranno a includere sempre più sangue e parti del corpo che volano ovunque nei loro giochi allora questo porterà solo ad una direzione piuttosto strana e bizzarra. Se devi includere della violenza in un gioco, ci deve essere un significato dietro a questa. Dopo tutto, il settore del gaming è maturato ad un livello tale dove ora è possibile dare un senso a tutto questo.".

Hayashi ha inoltre dichiarato che è questa la filosofia che ha spinto Team Ninja ad enfatizzare la narrazione sulle conseguenze in Ninja Gaiden 3, in modo che i giocatori possano sentire l'impatto e i risultati che la violenza porta nel titolo, piuttosto che fare vedere ai giocatori solo schizzi di sangue e membra sparse.