Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Newel: <b>Valve</b> e la vendita di hardware

Newel: Valve e la vendita di hardware

Valve

3DS, MOBILE, PC, PS3, PSVITA, WII, X360

A cura di Luca “Metalwing” Marletta del 20/02/2012
Gabe Newell, capo di dello studio di sviluppo Valve, ha dichiarato oggi che non avrebbe alcuna riluttanza nell'entrare nel mercato hardware, ma ha ammesso che sarebbe meglio lasciare le cose nelle mani di aziende con più esperienza.

In un'intervista rilasciata al sito Penny Arcade, Newell ha affermato di non avere paura delle cose difficili: "Beh, se dovremo entrare nel settore hardware, lo faremo.", ha detto. "Non abbiamo motivo di credere di essere tutti bravi a farlo, pensiamo però che abbiamo bisogno di continuare ad avere sempre più innovazione, e se l'unico modo per ottenere questo è sviluppare progetti hardware e venderli direttamente, allora sarà quello che faremo. Non è sicuramente il primo pensiero che abbiamo in mente, preferiamo che il settore hardware sia gestito da persone che sono più brave di noi nella produzione e distribuzione."

Valve ha sicuramente fatto notizia negli ultimi tempi, con ad esempio alcuni rumor circa l'imminente annuncio di un Half-Life 3: Newell, su questi fatti, ha ammesso che era "abbastanza frustrante" vedere i fan infastiditi dai continui fake rilasciati in rete sui loro progetti, ma ha comunque dichiarato che questi ultimi devono essere "preparati con cura" per rilasciare delle nuove informazioni.

"Siamo profondamente consapevoli di quanto questi falsi rumor possano infastidire i nostri fan ed è stato abbastanza frustrante per noi quando abbiamo dovuto mettere ordine in quelle situazioni. Cerchiamo di andare il più velocemente possibile e cerchiamo di focalizzarci sulle cose che riteniamo più preziose per i nostri utenti. Se c'è una qualche magia che possa rendere più veloce il lavoro fatto in un giorno, siamo tutt'orecchi. Ma ci rendiamo conto che è passato tanto tempo, e nel mentre si sono formati molti gruppi di fan che amano i nostri giochi, come Counterstrike, Half-Life, Portal, Left 4 Dead, alcuni anche per Ricochet. Per questo vogliamo fare in modo che quei giochi, quelle storie e quei personaggi possano essere portati avanti e, contemporaneamente, fare in modo di non limitarci a creare solo una sequela infinita di giochi senza valore.".