Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
<b>Microsoft</b> contro la privacy violata

Microsoft contro la privacy violata

Microsoft
A cura di Francesco “Mastelli Speed” Ursino del 17/02/2012
Sembra che Microsoft non si sia lasciata sfuggire l'occasione di infierire su Google, colpita in queste ore da critiche relative alla violazione della privacy degli utenti Safari su iOS.
"Sembra che Google abbia tracciato l'attività degli user di Safari durante la navigazione di questi effettuata da iPhone, iPad e Mac" - scrive in un post del suo blog Ryan Gavin, General Manager for Internet Explorer Business and Marketing della Microsoft, che conclude - "Questo tipo di attività non è nuova da parte di Google".

Per evitare problemi di privacy il consiglio (che i più maliziosi troveranno vagamente interessato) di Gavin è: "Se si vuole veramente proteggere la propria privacy su internet un'alternativa è rappresentata proprio da Internet Explorer, browser che rispetta la privacy degli utenti. Le ultime feature di IE9 contentono di controllare chi stia tracciando l'attività online degli user".