Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Anonymous non ha attaccato <b>Facebook</b>

Anonymous non ha attaccato Facebook

Facebook
A cura di Alessandro “Fr3nch11” Francia del 26/01/2012
Nella giornata di ieri Facebook, in alcune aree geografiche del globo, è stato "non raggiungibile" per una decina di minuti. Così per il terremoto che ha colpito il Nord Italia, le notizie hanno iniziato a rimbalzare su Twitter e qualcuno ha accusato il gruppo di hacker attivisti Anonymous per il no signal del social network. Ma la smentita arriva direttamente dal gruppo, che sempre tramite Twitter, ammutolisce quanti indicavano loro come fautori dell'off-line di Facebook. In effetti, Anonymous aveva annunciato l'attacco a Facebook ma previsto per il 28 gennaio. La causa del blackout, dunque è da ricondurre a qualcos'altro. Nella giornata di oggi il mistero è stato risolto: alcune API, in quei 10 minuti fatali, hanno risposto con tempi di attesa lunghissimi, tanto da dare precedenza ad alcuni server piuttosto che ad altri. Ecco, quindi, svelato il mistero che ha lasciato - anche se solo per 10 minuti - il mondo senza Facebook.