SOPA perde sostenitori nel senato USA

Sembra che, alla fine, il "blackout di Internet" in protesta contro il SOPA e il PIPA abbia dato i suoi frutti, facendo perdere alle due leggi preziosi sostenitori anche tra i politici statunitensi: un report rivelerebbe, infatti, che i co-sponsor del PIPA, il senatore Marco Rubio della Florida e il senatore del Missouri Roy Blunt, avrebbero entrambi cambiato la loro posizione su di esso, insieme con il senatore dello Utah Orrin Hatch, Ben Cardin, dei democratici, e alcuni membri del partito repubblicano. Sul lato SOPA, i membri repubblicani Ben Quayle dell'Arizona, Dennis Ross della Florida e Lee Terry del Nebraska avrebbero ritirato il loro sostegno.

Lamar Smith, il deputato repubblicano texano responsabile del SOPA, è rimasto fermo nelle sue posizioni di fronte al calo di supporto.

"Mi rendo conto che alcune persone siano nervose a causa della disinformazione su questo disegno di legge, ma sono fiducioso che alla fine saranno i fatti a far superare le loro paure.", ha dichiarato Smith, "Contrariamente ad alcune affermazioni, il SOPA non vuole censurare Internet. Esso si rivolge solo all'attività già illegale presente in rete e prende di mira solo i siti stranieri che rubano e vendono la tecnologia americana, le sue invenzioni e i suoi prodotti.".

Smith ha dichiarato di essere disposto ad affrontare le preoccupazioni sulla complessità dell'atto, ma afferma chiaramente di essere abbastanza fiducioso che le premesse principali della legge siano nel giusto.
Tags: | Azione | Console
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 0
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.