Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Applicazione PEGI per <b>Windows Phone 7</b>

Applicazione PEGI per Windows Phone 7

PEGI
A cura di Tommaso “FireZdragon” Valentini del 20/07/2011
PEGI, l’organizzazione che gestisce il sistema di classificazione europeo per i contenuti dei videogiochi, ha annunciato tramite un comunicato stampa, il rilascio di un’applicazione gratuita per la piattaforma Windows Phone 7. Questa applicazione garantisce un accesso semplice e immediato a un database composto da tutti i videogiochi che hanno ricevuto una classificazione PEGI (oltre 16.000).

“Questo è l’esempio perfetto di come lavoriamo a stretto contatto con i partner per migliorare sempre la nostra piattaforma”, ha dichiarato Chris Lewis, Vice President, Interactive Entertainment Business di Microsoft. “Abbiamo voluto collaborare con PEGI per sviluppare questa applicazione per il nostro nuovo sistema operativo mobile per essere sicuri che tutti possano accedere alle informazioni e alle valutazioni più aggiornate sui videogiochi”.

Lewis ha anche aggiunto: “Crediamo che sia fondamentale sfruttare il meglio della nostra tecnologia per garantire l’accesso a questo database. In questo modo possiamo essere certi che i genitori e gli utenti più giovani possano fare delle scelte consapevoli sui videogiochi e sappiano sempre che tipo di contenuti sono presenti”.

“Aggiungere la piattaforma Windows Phone 7 è stato un passo importante per PEGI perché ci permette di coprire tutto il mercato degli smartphone”, ha dichiarato Simon Little, MD di PEGI. “L’applicazione è stata studiata per dare ai consumatori informazioni sulla classificazione e sui contenuti dei giochi in modo immediato e diretto, a casa oppure ovunque si trovino. Continueremo a migliorare l’applicazione anche nel futuro per assicurare che sia sempre un punto di riferimento per gli utenti”.

L’applicazione contiene degli specifici filtri di ricerca per consentire agli utenti di cercare i giochi sia per piattaforma sia per classificazione. L’etichetta indica chiaramente l’età minima di chi può giocare in base ai contenuti (e non alla difficoltà). Le descrizioni dei contenuti e i consigli dei consumatori indicano le principali motivazioni per cui una specifica classificazione è stata assegnata a un videogioco (ad esempio violenza, paura).